Esami Diagnostica

Esami Diagnostica

Microscopia endoteliale

Microscopia Endoteliale

La microscopia endoteliale è un esame preliminare fondamentale in caso di chirurgia dell’occhio nell’intervento di cataratta, glaucoma, chirurgia della cornea e chirurgia refrattiva. È di fondamentale importanza nella diagnostica delle degenerazioni e distrofie a carico dell’endotelio corneale e nel monitoraggio della densità cellulare negli anni successivi ad interventi di trapianto di cornea.

Lo strumento, totalmente automatizzato e no-contact, fotografa la superficie più interna della cornea, l’endotelio, costituita da un tappeto cellule essenziali per il mantenimento della trasparenza e del corretto metabolismo corneale. Consente lo studio della densità (conteggio delle cellule), morfologico e morfometrico dell’endotelio.

L’esame dura pochi minuti e non vengono instillate gocce oculari che possono disturbare la guida dopo l’esame.

Tomografia a coerenza ottica (OCT) Spectral Domain 3D En-face

Tomografia a coerenza ottica(OCT) Spectral Domain 3D En-face
La tomografia a coerenza ottica è un esame non invasivo, che permette lo studio di sezioni ottiche della retina con una risoluzione superiore a quella ottenibile con gli ultrasuoni. L’OCT è così denominato perché è essenzialmente una metodica tomografica, cioè fornisce in vivo immagini dei tessuti in esame, analogamente alla TAC o alla RMN. L’OCT Spectral Domain 3D En-face consente una valutazione tridimensionale e “frontale” delle strutture del vitreo e della retina.

E’ utile nella diagnosi e nella valutazione di diverse patologie maculari (scansione lineare) e nella valutazione precoce del danno glaucomatoso mediante la misurazione dello spessore delle fibre nervose(scansione circolare) e delle cellule ganglionari della retina,che, nel glaucoma, si alterano molto più precocemente rispetto al campo visivo.

Lo strumento, di ultima generazione, consente di effettuare anche lo studio delle strutture anteriori dell’occhio e la pachimetria corneale (misurazione dello spessore).

Topografia corneale

Topografia corneale

Esame non invasivo che, attraverso lo studio della superficie corneale, permette la diagnosi e lo studio di diverse patologie corneali (cheratocono, degenerazioni, cicatrici, esiti di interventi chirurgici oculari). Indispensabile nella preparazione agli interventi di chirurgia refrattiva.

Autorefrattometria

autorefrattometria

Esame non invasivo che consente di ottenere una misurazione oggettiva, senza la collaborazione del paziente, dei difetti visivi, Può essere eseguita anche in cicloplegia (blocco della messa a fuoco con idonei colliri) per una misurazione ancora più precisa.

Frontifocometria computerizzata

frontifocometria-computerizzata

Il frontifocometro computerizzato consente la misurazione automatica del potere delle lenti indossate dal paziente, siano esse monolocali, bifocali, trifocali, progressive, o lenti a contatto rigide e gas permeabili; possono essere misurate con precisione anche le lenti prismatiche per la correzione degli strabismi.

Campo visivo computerizzato

Campo visivo computerizzatoLa perimetria computerizzata consente di realizzare una mappa del campo visivo del paziente, per documentare la sua visione periferica e quella centrale.
Di fondamentale importanza nelle patologie delle vie ottiche (glaucoma, neuropatie, traumi, neoplasie).

Tonometria ad aplanazione

tonometria-aplanazione

Esame che consente di misurare la pressione oculare con precisione. Può essere eseguita con diverse metodiche. Il gold standard è rappresentato dal tonometro di Goldmann. Esistono diverse altre metodiche di misurazione. Fra queste, una delle più precise e meno invasive e fastidiose per il paziente è la tonometria con I-Care, un tonometro a rimbalzo che, tramite una sottile sonda elettromagnetica, consente la misurazione oculare senza anestesia anche in pazienti poco o nulla collaboranti e nei bambini e consente, anche, di indossare subito dopo le lenti a contatto

Analisi del film lacrimale e delle allergie oculari

Analisi del film lacrimale e delle allergie oculari

L’esame viene effettuato con un innovativo strumento portatile non invasivo, il Tearscope™ che consente l’analisi qualitativa e parzialmente quantitativa del film lacrimale. L’assenza di contatto, eliminando lo stimolo della lacrimazione riflessa, consente una valutazione estremamente attendibile delle alterazioni della lacrimazione (patologie lacrimali e corneo-congiuntivali, esposizione a videoterminali, etc.).